Variatori D.G.R.

Caratteristiche tecniche

Il giunto che si basa sul noto effetto elettromagnetico delle correnti indotte, acquisito dalla macchina asincrona, ne ripropone tutti i pregi e i vantaggi, non ultimi la robustezza costruttiva e l’intrinseca semplicità.
La sua caratteristica di esercitare coppie per via puramente elettromagnetica determina una sostanziale assenza di usura rispetto ai comuni variatori meccanici.
Ciò, di fatto, si traduce in risparmio per il Cliente, perché questa tipologia di prodotto non necessita di onerosa manutenzione.

 

Esempio di realizzazione

La realizzazione qui presentata è a campo fisso (vedi disegno al punto 4), cioè esclude sotto l’aspetto meccanico la presenza di anelli collettori.
La struttura della macchina è stata studiata in modo da ottenere conduttanze termiche molto elevate. Ciò garantisce temperature di regime assai contenute e ampie possibilità di sovraccarico temporaneo. L’aumento considerevole della conduttanza termica è stato ottenuto mediante una ventola (2) solidale con l’indotto velocità costante del motore asincrono, generando una circolazione forzata dell’aria.
Questa soluzione si particolarizza per la presenza di un giunto ad albero cavo (1) con cui, con immediata semplicità, può essere collegato il motore UNEL-MEC-IEC forma B5.
Il vantaggio non trascurabile che ne deriva è la possibilità di connettere e disconnettere il motore in ogni momento e con la massima rapidità.

Esempio di realizzazione
1. Albero cavo di inserimento motore UNEL-MEC-IEC-B5

 

2. Ventilatore sempre in rotazione con il motore che genera aria forzata di raffreddamento

 

3. Indotto in velocità asincrona

 

4. Bobina Torroidale a CAMPO FISSO impregnata con resine sintetiche ad alto potere isolante (IP55)

 

5. Espansione polare, colettata all’albero 7 in rotazione a velocità variabile

 

6. Generatore tachimetrico PICK-UP uscita tensione proporzionale alla velocità (solo per GMV)

 

7. Albero uscita velocità variabile GMV coppia controllata GMC
D.G.R. COSTRUZIONI DIVISIONE TRASMISSIONI INDUSTRIALI snc

Giunti a correnti indotte (coppia controllata)

La necessità di avvolgere materiali provenienti da laminatoi, trafile, cavi, tubi, tessuti film di plastica, carta, alluminio, etc. a velocità di tiro costante, rende la scelta del GMC la più adatta in assoluto per le curve caratteristiche del giunto a correnti indotte, che seguono entro un certo campo la curva ideale di avvolgimento.
Il tiro del materiale si ottiene variando la tensione di alimentazione del GMC mediante una semplice apparecchiatura (ALC). Impostata la tensione di eccitazione, la coppia si adatta automaticamente al variare del diametro della bobina, senza nessun intervento esterno. Ciò evita l’uso di sensori di diametro, encoder per la misura di velocità, celle di carico per la misura di tiro e ballerini per il controllo di tiro.
In questo modo la naturale regolazione della coppia del giunto realizza, in maniera del tutto automatica, quella funzione che diversamente si sarebbe dovuta programmare con l’utilizzo di sofisticati e costosi controlli.

Giunti a correnti indotte (velocità controllata)

Il gruppo base si compone di un Motore asincrono UNEL-MEC-IEC trifase o monofase, forma B5, alimentato direttamente dalla rete.
Ciò esclude, a differenza della classica corrente continua, la presenza di costose ed ingombranti apparecchiature intermedie di alimentazione.
Nel motovariatore è montato un generatore tachimetrico (6) che fornisce una tensione proporzionale alla velocità dell’albero di uscita; confrontando tale tensione con quella di riferimento, corrispondente a una velocità prefissata, si ottiene una regolazione con precisione sino allo 0,2% con carico costante e del 1% con carico variabile del 20% della coppia massima. Con motore a 4 poli la velocità è regolata da 0 a 1300 giri/1’ e con motore a 2 poli da 0 a 2700 giri/1’ con accelerazione controllata.

Equipaggiamento di controllo

Grazie alla bassa potenza richiesta è possibile impiegare circuiti di alta affidabilità.
Progettiamo e costruiamo tutte le apparecchiature elettroniche necessarie, la cui sicurezza di funzionamento, verificata attraverso minime necessità di manutenzione, è garantita e comprovata da anni di servizio continuo.

D.G.R. COSTRUZIONI DIVISIONE TRASMISSIONI INDUSTRIALI snc

Giunti a correnti indotte

Forma B3

Giunto a correnti indotte GMV(*) per controllo velocità

Giunto a correnti indotte GMV(*) per controllo velocità.

Forma B3

Giunto a correnti indotte GMC(*) per controllo coppia

Giunto a correnti indotte GMC(*) per controllo coppia.

Forma B5

Giunto a correnti indotte GMVF(*) per controllo velocità

Giunto a correnti indotte GMVF(*) per controllo velocità.

Forma B5

Giunto a correnti indotte serie GMCF(*) per controllo coppia

Giunto a correnti indotte serie GMCF(*) per controllo coppia.

GAV/GAVF B3/B5

Giunto a correnti indotte con albero in entrata

Giunto a correnti indotte con albero in entrata. Questi gruppi con albero in entrata sono utilizzati quando la rotazione è presa direttamente dalla macchina e non dal motore.

GMVEF(*)/GMCEF(*)

Giunto controllato, in velocità e in coppia, con freno “E“ a lancio di corrente

Giunto controllato, in velocità e in coppia, con freno “E“ a lancio di corrente. Si applica nei macchinari in cui serve, oltre al controllo delle velocità, l’eventuale freno a lancio di corrente. Applicazioni: macchine che necessitano la frenatura istantanea con il lancio di corrente.

D.G.R. COSTRUZIONI DIVISIONE TRASMISSIONI INDUSTRIALI snc

Elettronica

Elettronica
I nostri giunti a correnti indotte sono controllati da un’apparecchiatura elettronica molto semplice e intuitiva, che unisce la praticità del formato cartolina a una grande facilità d’uso nel collegare e avviare la macchina, e non richiede la presenza di personale specializzato.

 

Queste caratteristiche la rendono particolarmente apprezzata dai nostri Clienti.
  • ALC: apparecchiatura elettronica destinata al controllo della coppia.
  • ALV: apparecchiatura elettronica destinata al controllo della velocità.
  • ALV/RC: apparecchiatura elettronica destinata al controllo della velocità e regolazione della coppia in un’unica apparecchiatura.
Il grande elemento di valore di questo straordinario strumento è dato dal fatto che l’apparecchiatura resta sempre la stessa indipendentemente dal variare della grandezza e, di conseguenza, dalla potenza del variatore.
D.G.R. COSTRUZIONI DIVISIONE TRASMISSIONI INDUSTRIALI | 36, Via Belvedere - 20861 Brugherio (MB) - Italia | P.I. 00776720963 | Tel. +39 039 879720 | Fax. +39 039 883950 | info@dgrtrasmissioni.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite